Al Presidente Montemurro il Premio di Cultura Sportiva Beppe Viola

Tre anni insieme, gli assi del presidente della Divisione Andrea Montemurro - Andrea Montemurro Blog
“Tre anni insieme”: gli “assi” del presidente della Divisione Andrea Montemurro
9 Marzo, 2020
Premio ''Gaetano Scirea'' al presidente Andrea Montemurro - Andrea Montemurro Blog
Premio Gaetano Scirea al presidente Andrea Montemurro
10 Marzo, 2020

Al Presidente Montemurro il Premio di Cultura Sportiva Beppe Viola

Al Presidente Montemurro il Premio di Cultura Sportiva Beppe Viola - Andrea Montemurro Blog
Premio di Cultura Sportiva Beppe Viola al Presidente Andrea Montemurro

Ancora un riconoscimento per il presidente Montemurro della Divisione Calcio a cinque, che al Salone d’Onore del Coni ha ricevuto l’ambito Premio di Cultura Sportiva Beppe Viola. Con Montemurro, sono stati premiati anche Roberto Fabbricini, già Segretario Generale del Coni e Presidente Sport e Salute Spa, Roberto Mancini, c.t. della Nazionale italiana di calcio, Carlo Paris, già direttore di Rai Sport e attualmente inviato Rai a Gerusalemme, Stefano Orsini, responsabile dei servizi sportivi del TGR Lazio e Nicolò Zaniolo, calciatore della Roma. L’evento, legato da 36 anni all’omonimo torneo, ha come obiettivo quello di riconoscere e celebrare i meriti sportivi e le doti di quei dirigenti, atleti e giornalisti che nella loro carriera si sono distinti per cultura sportiva.

“Ricevere questo premio, in una sede così importante per lo sport italiano, è per me un motivo di grande soddisfazione – dice con emozione il presidente Montemurro, che nell’aprile del 2018 al Salone d’Onore del Coni aveva già ricevuto il premio Città di Roma -. La dedica è ovviamente a tutto il movimento del calcio a 5 italiano che ho l’onore di presiedere e rappresentare”. In sala, diversi massimi esponenti del panorama calcistico italiano: “Differenze tra il calcio a 11 e il calcio a 5? Sicuramente le dimensioni del campo (scherza, ndr). Stiamo dimostrando di essere propedeutici al calcio a 11 e non concorrenti. Proprio per questo, abbiamo sviluppato diversi progetti con club professionistici di calcio a 11. Oggi possiamo vantarci di avere finalmente la nostra riconoscibilità: siamo sempre presenti sui maggiori media nazionali grazie a diverse attività promozionali. Le nostre finali vengono trasmesse sui principali canali televisivi e questa cosa ci inorgoglisce. Come mi inorgoglisce la presenza del mio amico Giovanni Malagò che del calcio a 5 è stato un campione e che resta tale nella sua fascia d’età”.

Questa la motivazione del premio al presidente Montemurro: “Poliedrico, versatile, eclettico. Imprenditore, giornalista, dirigente sportivo, tre sfere professionali diverse che lui sa coniugare con l’abilità e la capacità di un grande manager. Da grande appassionato del calcio a 5 in qualità di presidente e dirigente di Lazio e Nepi ha vinto tutto ciò che era possibile vincere. Vanta due primati assoluti, ovvero è stato il più giovane direttore generale della Serie A e il più giovane presidente a vincere un trofeo nazionale. Ma i suoi trionfi spaziano dal calcio a 5 al volley a dimostrazione delle sue inconfutabili qualità di uomo nato vincente. Dal 2016 è presidente della Divisione Calcio a cinque, un titolo comnquistato decisamente per meriti sportivi, oltre a essere consigliere nazionale della Figc e delegato UEFA . A lui gia il premio Gaetano Scirea in virtù di una carriera esemplare di dirigente sportivo consacrata nel tempo. E come diceva Niccolò Machiavelli… “Non vi sono elogi all’altezza di un nome così grande”.

Fonte: www.divisionecalcioa5.it

Comments are closed.